Un prosecco per amico: non solo per le attese.

Questo fiore all’occhiello del Made in Italy si abbina alla perfezione con un gran numero di cibi, tanto che può essere definito vino a tutto pasto. Tra i prodotti che l’accompagnano troviamo i frutti dell’orto; vi sorprenderà abbinato con il gusto amaro del radicchio di Treviso o agli asparagi. Lo stesso vale per i funghi, specie i porcini o per i frutti di bosco. Il prosecco esalta molte varietà di carne come la selvaggina e le carni bianche come il pollo o prodotti come i salumi e i formaggi freschi, classici negli aperitivi. L’abbinamento per antonomasia è quello con i prodotti del mare, sia con quelli considerati “poveri” come il pesce azzurro, che con i più nobili. I veri intenditori lo considerano perfetto per accompagnare molluschi e scampi.

Essendo un vino decisamente eclettico, il prosecco è usato anche nella cucina d’avanguardia e in quella esotica, come nelle ricette giapponesi per accompagnare sushi e sashimi. Queste caratteristiche spiegano il motivo per cui il prosecco è entrato di prepotenza come aperitivo sia nei bar che nei ristoranti, risultando tra i vini preferiti dalla clientela più giovane.

Un successo che ha varcato i confini Italiani ritagliandosi anche all’estero un ruolo di tutto rispetto.

 

CONEGLIANO VALDOBBIADENE Prosecco DOCG, Prosecco Superiore dal 1876.

Il Conegliano Valdobbiadene si riconosce per la sua eleganza vitale, il colore paglierino leggero, la moderata corposità., l’esclusivo profumo fruttato e floreale. È prodotto nei 15 comuni cui appartengono le colline tra Conegliano e Valdobbiadene.

Tra questi si distinguono i cru ovvero il celeberrimo Superiore di Cartizze e i Rive ottenuti da uve provenienti esclusivamente da un unico Comune o frazione di esso. Il Conegliano Valdobbiadene DOCG è prodotto nelle tipologie Spumante, Frizzante e Tranquillo. Lo spumante è la versione simbolo della denominazione; piacevole e versatile, ha creato un vero stile di bere. È prodotto nelle versioni Brut, Extra Dry e Dry a seconda del residuo zuccherino presente. Dal più secco, il Brut, al più amabile, il Dry.

 

LE TIPOLOGIE

Brut

È la versione più moderna e internazionale. Si caratterizza per profumi d’agrumi e di note vegetali e crosta di pane, unita ad una bella e viva energia gustativa. Si apprezza servito a 7-9Åã C, su antipasti di pesce e verdure anche elaborati, primi con frutti di mare e piatti di pesce al forno o a tutto pasto. Il residuo zuccherino va da 0 a 12 g/l.

Extra dry

E’ la versione tradizionale. Il colore è paglierino brillante ravvivato dal perlage. È ricco di profumi di frutta, mela, pera, con un sentore d’agrumi che sfumano nel floreale, al palato è morbido e al tempo stesso asciutto grazie ad un’acidità vivace. Ottimo come aperitivo, è ideale, servito a 8-10°C, su minestre di legumi e frutti di mare, paste con delicati sughi di carne, formaggi freschi e carni bianche, soprattutto pollame. Il residuo zuccherino va da 12 a 17 g/l.

Dry

È la versione meno diffusa, che esalta il fruttato floreale. Presenta colore giallo paglierino scarico, profumo delicato, fruttato, con sentori di agrumi, pesca bianca e mela verde e gusto sapido, fresco, morbido. Va servito a 7–8° C. . la tipologia che si adatta agli abbinamenti più particolari, con dolci a pasta secca o cibi piccanti. Il residuo zuccherino va da 17 a 32 g/l.

Fonte: www.prosecco.it

 

Una proposta diversa dai soliti base Prosecco come Aperol Spritz, Rossini, Bellini e Cosmopolitan. Un cocktail PreDinner alcolico, facile e per lo più “democratico” nel suo sferzante gusto all’arancia, perfetto da proporre negli happy hour proprio di questo periodo dell’anno.

LA RICETTA

Orange Prosecco

Ingredienti per 6 Persone:

1 litro Prosecco, 600 ml succo di arance fresche, 120 ml Gin, 2 cucchiaini zucchero bianco.

Preparazione:

Spremete le arance, filtrate e dividete il succo in 6 flute. Mescolare a parte il Gin allo zucchero e versatelo in parti uguali (saranno 20 ml) in ciascun bicchiere. In ultimo colmate con il Prosecco ben freddo. Guarnite con una fettina d’arancia sul bordo.

 

PROSECCO E...

Ecco alcuni prodotti perfetti per preparare dell’ottimo finger food, tartine mignon e bocconcini da degustare sorseggiando un bicchiere di Prosecco.

Salmone

Un prodotto raffinato per realizzare deliziose tartare da amalgamare a cipollotti freschi tagliati finemente e ad alcune gocce di limone, da adagiare su crostini di pane, decorati con una foglia di basilico fresco.

Pancetta

Da tagliare a listarelle per preparare speciali crostini con fave condite con olio extravergine d’oliva, sale e pepe e una sottile foglia di pecorino on top.

Lardo

Semplicemente tagliato e adagiato su croccanti crostini di pane caldo insieme a uno spicchio di pomodorino, una spolverata di pepe appena macinato e un rametto di rosmarino.

Champignon

Togliete i gambi e svuotate leggermente le cappelle per utilizzarle come “baci di dama”. Farciteli all’interno con un impasto di pinoli, erba cipollina e rosmarino tritati e panna, robiola e parmigiano grattugiato.

Gamberi

Friggete in olio ben caldo dei gamberi passati in poco pangrattato e molte mandorle tritate (non finemente) e sale, infilzati a “C” uno a uno su degli stuzzicadenti.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti