Dolce settembre di fichi, il frutto di fine estate in piatti gourmet, semplici ma raffinati

Settembre ci piace anche per questo, perché è il mese dei fichi, il frutto di fine stagione che dall’antipasto, al dolce, riesce a proporsi al meglio, con un menu completo. Anche in piatti gourmet, semplici ma raffinati.

 

Antipasto

Cominciamo con un’accoppiata di fichi e formaggi a cui aggiungiamo, considerato il settembre caldo di quest’anno, una bella manciata di pinoli freschi:

 

  • 10 fichi (sia bianchi che neri, meglio se un po’ più duri)
  • 250 grammi di mascarpone (può anche essere misto al gorgonzola per chi piace)
  • Pinoli
  • Aceto balsamico

 

Si tagliano i fichi a croce, si farciscono col formaggio a cui saranno stati aggiunti i pinoli tostati e tritati, si cospargono con qualche goccia di aceto e si infornano a 180°-200° per un massimo di 15 minuti. Favolosi tiepidi, un antipasto dolce ma salato da gustare con vino rosato.

 

 

Primo piatto

Per il primo, invece, risotto ai fichi abbinati al pecorino stagionato: la preparazione è quella classica di un risotto con soffritto di cipolla a cui aggiungere il riso (riso carnaroli preferibilmente), acqua calda per la cottura e alla fine il burro freddo e il pecorino. Al momento di amalgare si aggiungono i fichi tagliati a spicchi, bianchi o neri non importa, l’importante è che siano maturi.

 

Secondo piatto

Un secondo piatto che può essere anche un piatto unico? Ebbene sì, la pizza (senza pomodoro) ai fichi. Presentiamoli su una focaccia bianca, farcita con mozzarella di bufala, crudo di Parma, qualche fogliolina di basilico e sopra, a chiudere in bellezza, fichi maturi tagliati a fette.

 

 

Dessert

E per dessert, la classica crostata di fichi può sembrare scontata? Immaginiamola allora con questo delizioso ripieno alla mattina per colazione o al pomeriggio per una merenda con tè o caffè.

 

  • 300 gr di fichi
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • Succo di limone

 

I fichi sbucciati vanno cotti in padella a fuoco basso con lo zucchero e il limone fino a quando non avranno preso la consistenza di una marmellata. Questo ripieno una volta raffreddato può essere steso sulla pasta frolla. Infornare e cuocere per circa 40 minuti a 180°.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti