Cappone di Natale, rito e ricetta: tutta toscana quella del cappone in umido con i gobbi

Natale vuol dire tradizioni, amatissime quelle che si trasmettono di generazione in generazione. Tradizioni e ricette da riassaporare nel giorno più bello dell'anno quando si riscoprono anche riti antichi. Quello del cappone per Natale è ricetta e rito insieme: contadino il rito che faceva crescere e ingrassare il cappone in vista dell'appuntamento di festa a dicembre e ricetta della nonna, dal sapore tipicamente toscano, quella del cappone in umido.

 

Gli ingredienti

  • 1 cappone diviso a pezzi
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 1 sedano
  • 1 bicchiere di vino bianco o rosso
  • 500 ml di passata di pomodoro
  • Olio
  • Sale e pepe

 

La preparazione

Secondo la ricetta contadina toscana, si parte col rosolare la cipolla, meglio se in un tegame di coccio, con un battuto di sedano e carote. Un gesto semplice e alla base di molte ricette e che, solo a parlarne, riesce a trasmettere subito l'odore tipico della cucina di un tempo. Al battuto, poi, si aggiunge il cappone tagliato a pezzi e dopo aver aggiustato di sale e pepe, si gira più volte facendo rosolare il cappone da ciascuna parte. Quando la carne sarà dorata si versa sopra un bicchiere di vino rosso (ma anche bianco se si preferisce) e si fa evaporare. A quel punto si aggiunge un po' di passata di pomodoro e si fa sobbollire, possibilmente senza coprire il tegame. Il tempo di cottura medio è di circa un'ora. Per facilitare la cottura del cappone, soprattutto se non coperto, si aggiungerà di tanto in tanto un po' di brodo o anche semplicemente qualche cucchiaio di acqua calda, aggiustando di sale e pepe.

 

Niente di più che questo per un piatto genuino, appetitoso e carico di una simbologia contadina buona e autentica. Se di tradizione toscana si vuol continuare a parlare, sarà gradito affiancare al cappone in umido così cucinato, una teglia di cardi rifatti, altrimenti detti anche gobbi, facilmente reperibili in qualsiasi supermercato, da preparare o “rifare” alla parmigiana con pomodoro e formaggio.

Così piace cucinare il cappone a Natale in Toscana ma in altre regioni, per esempio, in Umbria dove la tradizione del cappone per Natale è altrettanto diffusa, si preferisce prepararlo lesso. Il vantaggio è nell’avere poi a disposizione un buon brodo in cui cuocere tortellini o cappelletti. In questo caso la carne del cappone, servita come secondo piatto, sarà condita con solo olio e sale

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti