Gli italiani a colazione preferiscono il dolce: i croissant

Gli italiani non rinuncerebbero mai a piccoli rituali che fanno parte della loro cultura ed esistenza. Tra questi quello che più resiste è senz’ altro la colazione al bar.


Per noi la colazione al bar è una cosa seria: spesso il nostro barista di fiducia conosce già le caratteristiche che deve avere la nostra tazzina di caffè o cappuccino e con cosa accompagnarla, nella maggioranza dei casi un pezzo dolce - gli italiani prediligono lo zucchero di prima mattina e poi sanno bene che un panino farcito  non ci sta bene con il caffè.

Il cornetto o croissant, ripieno o vuoto, è il pezzo dolce che accompagna più frequentemente il caffè mattutino degli italiani.
Nonostante il nome la sua origine è austriaca, è un dolce antico che risale alla metà del XVII secolo, creato dal panettiere viennese Peter Weindel per festeggiare la fine dell'occupazione turca di Vienna durante la quinta guerra Austro-Turca. La leggenda vuole che la forma a mezzaluna sia stata data proprio per ricordare la bandiera ottomana. Dopo poco tempo il croissant si diffuse in Veneto grazie agli stretti rapporti commerciali tra l'Austria e la Serenissima.


I cornetti non sono facili da realizzare, necessitano di una lavorazione lunga e complessa simile a quella della pasta sfoglia: la pasta (a base di farina, uova, burro, lievito e acqua) deve essere fatta girare su se stessa per 3 volte, poi i cornetti devono lievitare per 8-10 ore. Molti baristi scelgono quindi di rivendere i prodotti realizzati da un pasticcere di fiducia oppure di presentare un prodotto industriale, scelta che non è detto vada sempre a discapito della qualità.

 

Con alcune accortezze anche i croissant industriali possono essere apprezzati dai clienti, basta scegliere prodotti di qualità ed utilizzare un pò di fantasia.


L' ultima tendenza di alcuni bar è quella di personalizzare al massimo la normale colazione:

  1. riempiendo al momento i cornetti vuoti con la crema che preferisce il cliente. Un metodo che evita eccessive rimanenze, che soddisfa tutti e fa percepire al cliente una certa attenzione per le materie prime di qualità;
  1. spolverando i croissant di cacao o zucchero a velo, così vengono resi più invitanti.

Il croissant non deve essere assolutamente scambiato con la brioche, queste preparazioni dolciarie sono realizzate con gli stessi ingredienti ma prevedono lavorazioni diverse.


Buono a sapersi

Provati per voi: i cornetti Mongelo

 

Dal 2008 l'azienda Mongelo fa parte del Gruppo Sammontana. E' specializzata nella lavorazione di prodotti congelati dolci e salati, realizzati senza grassi idrogenati ed ingredienti geneticamente modificati.
I croissant Mongelo sono fatti a mano e lasciati lievitare per 1 giorno, sono tante le varietà offerte: vuoti, con crema al cioccolato, con crema pasticcera, con marmellata di albicocche.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti