Ciambelline di Carnevale: una delizia, tante varianti e… occhio alla lievitazione

Non sarebbe Carnevale se anche il nostro locale, in questo periodo dell’anno, non si portasse dietro l’inconfondibile odore di fritto di ciambelline, graffe di Carnevale (a base di patate), cenci e frittelle. Se queste ultime due prelibatezze sono i dolci fritti carnevaleschi per eccellenza, un’attenzione a parte meritano le ciambelline. Per la sofficità che le caratterizza, l’aspetto gioioso e invitante, il ricordo dell’infanzia che inevitabilmente lasciano riaffiorare. E, non ultima, la possibilità di prepararle, per chi è allergico, anche senza lievito madre o lievito di birra. Una variante che vi invitiamo a segnalare quando presenterete le vostre ciambelle al banco dei dolci.

 

Proprio questa ricetta che le prevede con il solo lievito per dolci, è quella che vi consigliamo di proporre. Senza nulla togliere a chi, invece, utilizza il lievito di birra o il lievito madre.

 

 

 

 

 

 

Ingredienti (ricetta per circa 20 ciambelle):

  • 500 gr di farina
  • 100 gr di zucchero
  • 3 uova
  • 150 gr di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina

 

Preparazione:

Mescolate insieme la farina, lo zucchero, le uova, il burro fuso, il lievito per dolci e la vanillina. Aggiungete un po’ di latte se l’impasto farà difficoltà ad amalgamarsi. Quando il composto sarà compatto e morbido ma non troppo soffice, mettetelo a lievitare per almeno 1 ora (meglio se di più anche fino a 2 ore) in una ciotola coperta con pellicola trasparente. Tirate poi la sfoglia dello spessore di circa 1 centimetro, ricavate dei cerchi di circa 8 centimetri con un coppa pasta (o un bicchiere) e bucateli al centro con un altro coppa pasta (o un bicchiere) più piccolo, dal diametro di circa 3 centimetri. Friggete le ciambelline in olio molto caldo e dopo averle fatte scolare dall’olio in eccesso su carta assorbente, passatele nello zucchero a velo o anche nel vanigliato.

Un consiglio: fate lievitare le ciambelline il più a lungo possibile perché solo grazie a una lievitazione lenta, saranno più soffici e digeribili. Piacciono molto anche all’aroma di cannella che potete aggiungere nell’impasto, come anche la scorza di arancia o di limone.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti