Bollicine rosé e rosati, buoni i primi per trainare i secondi. Provare per credere

Quando si parla di vini rosé è il colore che conta di più, la sua intensità ha un ruolo importante nella percezione del consumatore. Il boom delle bollicine rosé, oggi è tale a prescindere dallo stereotipo che lo vuole associato a una nicchia prevalentemente femminile. Il suo consumo interessa un target ampio, giovanile di uomini e donne, che lo bevono soprattutto in wine bar, enoteche, come aperitivo e in tutte quelle occasioni di convivialità tipiche del consumo del fuori casa.

 

Piace per la freschezza, l’eleganza, il colore appunto, e piace bevuto al calice più che in bottiglia. E’ un vino semplice che non richiede particolari conoscenze per poter essere apprezzato e in questo sta anche il segreto del suo successo. Hanno intercettato il trend le aziende produttrici, tra queste Frescobaldi che, anticipando tutti sui tempi, ha lanciato nei mesi scorsi un nuovo vino rosé.

 

Nella grande distribuzione organizzata questa crescita si è tradotta negli anni in una ripresa delle vendite soprattutto dei vini rosati. Chi è sembrato finora meno intenzionato a sfruttare il trend, è la categoria dei ristoratori i più restii ancora a inserire sia rosé che rosati nella propria carta dei vini.

 

A proposito di rosati: proprio le bollicine rosé, rivalutate oggi come aperitivo più che come accompagnamento al pasto, potrebbero trainare il consumo dei rosati. Mentre quelli pugliesi, grazie a una importante operazione di internazionalizzazione dei nostri vini sul mercato americano, sono entrati nei ristoranti italiani degli States e si stringono accordi commerciali con gli importatori statunitensi, i vini rosati nella ristorazione italiana continuano a essere ancora poco conosciuti.

 

Eppure il vino rosato, quello del centro sud per intendersi, può essere al ristorante un prezioso complice da abbinare a moltissimi piatti, ottimo per incuriosire i palati di chi ha voglia di freschezza, sapidità e profumi. Quando a uno stesso tavolo ci sono ordini diversi, carne e pesce per esempio, il rosato può offrire una valida alternativa che mette tutti d’accordo. Provare per credere.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti