Risto bottega: tra bottega e ristorante, dove si compra e dove si pranza

Dalla fusione dei vecchi concept nascono i nuovi format della ristorazione: le tradizionali divisioni di bar, ristoranti e pizzerie stanno subendo una profonda trasformazione.  Oggi che la ristorazione è sempre meno classica, assistiamo alla nascita di macellerie ristorante, di caffè gourmet che fanno colazione, pranzo, aperitivo e cena, di pasticcerie-gelaterie e bistrot dove si mangia. In Italia è sempre più diffusa - un po’ meno all’estero dove comincia ad affermarsi ora - la macelleria con lo spazio ristorante dove gustare costolette di maiale, involtini, filetti, salsicce fresche e chianine cotte al momento e a prezzi moderati.

 

Ma non crediate che sia tutto oro quel che luccica. Se la fettina di salame che porgete al cliente per un assaggio lo seduce a tal punto da decidere - viste le qualità della bottega ristorante - di pranzarci seduta stante, tutt’altro che immediata per voi sarà stata, invece, la gestione del passaggio dal locale di vendita alla ristorazione.

 

La risto bottega infatti dovrà avere non solo tutte le autorizzazioni previste per un ristorante vero e proprio ma si dovrà comportare allo stesso modo dal punto di vista dei requisiti. Stiamo parlando dei requisiti igienico sanitario come delle qualità strutturali che dovrà avere il locale, per esempio, con l’aspirazione e l’allontanamento dei fumi o i bagni per clienti e dipendenti. E naturalmente servono le due licenze quella per la vendita alimentare e quella per la ristorazione.

 

A chi vuole aprire un locale che vende e in cui si fa ristorazione, la Asl non fa sconti. Ma ne sarà comunque valsa la pena: far scegliere dal banco il taglio di carne e poi farlo cucinare sotto gli occhi, non ha uguali. E poi c’è sempre la possibilità di cominciare in piccolo magari con una formula solo salumi e formaggi. Potrà venir dopo la carne e anche il maggior impegno economico legato a celle frigorifero e magazzini.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti