Aprire un bar o un ristorante, la location non è tutto ma guai a trascurarla. Ecco perché

E’ da sempre l’elemento più considerato quando si parla di apertura di un locale, che sia bar da colazione o per la pausa pranzo o ristorante classico. Eppure la location, oggi soprattutto, è un fattore importante ma non decisivo per chi decide di aprire un locale. L’esperienza anche di piccole gestioni di esercizi commerciali magari non legate necessariamente al settore Ho.Re.Ca.,  insegna quanto conta investire nel marketing e nel saper fare gestione della propria attività.

 

Quando però la scelta parte dalla location, la prima domanda da porsi è il tipo di locale che vogliamo aprire: se si tratta di un bar che si rivolge soprattutto al passante, la facilità con cui i nostri potenziali clienti possono imbattersi nel nostro locale, diventa decisiva. Ma non è questa la valutazione che ci deve guidare, per esempio se l’apertura riguarda un ristorante di alto livello. In quest’ultimo caso il non avere visibilità fisica può rappresentare addirittura un valore nella percezione di chi sceglie il proprio ristorante dopo un’attenta pianificazione.

 

Ragionando sulle due più tradizionali tipologie di locale, il bar e il ristorante, occorrono subito alcune precisazioni.

 

Bar

Importante è dove si espongono pasticcini o tramezzini.

 

  • La vetrina deve essere ben visibile dall’esterno. Il cliente vuole avere la possibilità di vedere da fuori l’interno del bar.
  • Anche la macchina del caffè vuole il suo occhio.
  • Di non secondaria importanza è lo spazio esterno dove poter sistemare dei tavoli. In estate non avere questa opportunità potrebbe essere catastrofico.

 

Ristorante

Più di ogni altra cosa conta il parcheggio. Se per il ristorante di alto livello non è importante essere ben visibile dalla strada, di notevole importanza, invece, è che abbia un parcheggio o che dia la possibilità di parcheggiare comodamente nelle vicinanze. Anche per il ristorante di passaggio è importante il parcheggio, mai, però, quanto per il ristorante non visibile fisicamente. Quando pianifica l’uscita a cena, la comodità del parcheggio è tra le prime cose che il cliente mette in conto.

 

Qualche valutazione sulle dinamiche di passaggio

Valutazioni sulle dinamiche e gli orari di passaggio davanti al bar o al ristorante sulla strada, sono d’obbligo. Come anche quelle legate alla presenza di una strada di transito. Se l’obiettivo è una gestione di lunga durata, prendete informazioni nel vostro Comune di appartenenza su quale sarà la circolazione almeno per i prossimi tre anni.

 

Per dinamiche di passaggio il riferimento è alla presenza di una o più aziende nella zona. La loro presenza può essere una risorsa sull’ora di pranzo ma anche in questo caso sarà necessario valutare se le aziende in questione sono dotate o meno si una mensa interna. Nel caso non ci si deve scoraggiare. La creatività e la genuinità dei propri prodotti possono fare la differenza. E se all’ora di pranzo oltre al vostro locale ci sono altri locali concorrenti e magari che si rivolgono alla vostra stessa fascia di utenti, occorrerà diversificare. E a questo punto il filo si riavvolge. E si torna all’inizio, al marketing.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti