Schiacciata gigliata ma con tante varianti: deliziosa a primavera con panna e fragole

Poco conosciuta fuori Firenze, ma sicuramente molto nota nel pratese e nel pistoiese, dolce tipico di questo periodo dell’anno, in realtà la schiacciata alla fiorentina può essere servita tutto l’anno e può trovarsi sulla carta tra i dessert o al banco dei dolci, nei ristoranti e nei bar di tutta Italia.

 

Prima di proporvi questo classico dolce in tutte le sue deliziose varianti rispetto alla classica ricetta con abbondante zucchero a velo e un disegno di giglio al cacao, vi ricordiamo le due ricette: quella originale con lievito di birra (e abbondanti tempi di riposo) e quella casalinga più semplice (e di più rapida preparazione).

 

La ricetta più antica:

Si mescolano 300 gr di farina con il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida e si lascia riposare la pasta così ottenuta per 2 ore. Si uniscono solo i 2 tuorli dell’uovo, 100 gr di strutto, 100 gr di zucchero, il sale, la vaniglia e la scorza di limone (o di arancia). Si fa riposare il nuovo composto per altre 2 ore, dopodiché si mette in una teglia rettangolare di alluminio e si cuoce in forno caldo per 30 minuti. Si serve fredda dopo averla cosparsa con abbondante zucchero a velo.  

 

 

 

La ricetta casalinga:

Si mescolano 250 gr di zucchero con la buccia del limone (o dell’arancia) grattugiata, si aggiungono 2 uova intere, il sale e, sempre mescolando, prima 30 gr di olio e subito a seguire 100 gr di latte. Al composto unite, infine, la farina dopo averla mescolata con 1 bustina di lievito. Versate l’impasto in una teglia rettangolare, infornate tra 180°-200° e lasciate cuocere per 30 minuti. Cospargete di zucchero a velo e servite fredda.

 

 

 

Le varianti

 

Con panna montata

E’ la variante più ricorrente: basta tagliare a metà la schiacciata e farcirla di panna montata. Delicata e gustosissima, l’unico inconveniente è che ha tempi di conservazione ridotti.

 

Con yogurt

Basterà sostituire al latte della ricetta casalinga, un vasetto di yogurt magro. La schiacciata risulterà soffice e ancora più delicata. Se l’impasto sembrerà troppo denso, basteranno 2 cucchiai di latte per ammorbidirlo.

 

Versione primaverile con panna, ricotta e fragole

A primavera è il momento giusto per riproporla nel menu del vostro ristorante con questo tocco di freschezza: montate 250 ml di panna liquida e 2 cucchiai di zucchero a velo. Unite a questa crema, 300 gr di ricotta fresca montata con 2 cucchiai di zucchero a velo. Farcite entrambe le due metà della schiacciata con la crema così ottenuta dalla panna e dalla ricotta mescolate insieme. Su una delle due metà aggiungete le fragole a pezzetti. Ricomponete la schiacciata e mettetela a raffreddare in frigorifero per circa 1 ora. Spolverizzate con zucchero a velo e decorate con qualche fragola.

 

 

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!