Voglia di zafferano, ricette per un pranzo all'oro giallo dall'antipasto al dessert

Non è un caso se comunemente viene definito l’oro giallo o rosso. Lo zafferano è una delle spezie più ricercate dagli chef e proprio nella ristorazione sta conoscendo il suo momento felice. Proporre un pranzo a base di zafferano, dall’antipasto al dessert, è una delle sfide più apprezzate in cucina mentre in sala incontra il gradimento dei palati più desiderosi di sapori inaspettati. In area fiorentina una nutrita schiera di produttori da qualche anno costituita nell’Associazione produttori zafferano Colline Fiorentine, ha ottenuto il riconoscimento dello zafferano, chiamato con la dizione storica “Zima” di Firenze, quale prodotto regionale e si impegna nella sua diffusione anche nella ristorazione.

 

Per rimanere in Toscana, nel territorio senese si produce zafferano di ottima qualità in Vald’Orcia e a San Gimignano dove vien coltivato lo Zafferano San Gimignano Dop.Confezionato in bustine lo zafferano toscano in stimmi viene venduto anche nei punti vendita del cash&carry ZONA, un formato che meglio di quello in polvere garantisce l’aroma e le proprietà di questa spezia. Con una accortezza: se non si vogliono porre in mezza tazzina di acqua tiepida qualche ora prima dell’utilizzo, gli stimmi vanno però frantumati fino a ridurli in polvere.

 

 

 

AntipastoCrostini con burro allo zafferano

Semplicemente burro sciolto a cui aggiungete lo zafferano con la sua acqua di ammollo. Dosi per 10 persone: 50 gr di burro, 1 bustina di zafferano. Per amalgamare, meglio frullare il composto. Lasciate raffreddare per far solidificare.

 

Primo piattoTagliatele all’uovo fresche con porri e zafferano 

Appassite i porri, aggiungete lo zafferano disciolto in mezzo bicchiere di acqua, mantecate la pasta nel tegame con i porri appassiti e lo zafferano. Pepe. A piacere si può aggiungere un cucchiaio di panna o di latte.

 

Secondo piattoTrippa allo zafferano

Una variante della famosa trippa alla senese cucinata con salsicce spellate e sbriciolate. In questa versione tagliate la trippa a listarelle, rosolatela in padella con le cipolle tritate. Aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco e cuocete fino a evaporazione. Sul finale aggiungete lo zafferano e servite con pecorino toscano grattugiato. Una delizia!

 

DessertTortine con crema pasticcera all’arancia e zafferano.

In abbinamento una tisana allo zafferano.

Per la crema:

4 uova, 4 cucchiai di zucchero, 4 cucchiai di farina, 1 litro di latte, scorza di arancia, mezza bustina di zafferano in mezza tazza di latte tiepido.

Mescolate 3 tuorli d’uovo e un uovo intero insieme allo zucchero fino a ottenere una crema densa, quindi aggiungete la farina. Unite il latte bollito prima con la scorza d’arancia e lasciato raffreddare. A questo punto, quando la crema inizia ad addensare, aggiungete la mezza tazza di latte (anch’esso raffreddato) con lo zafferano disciolto.

 

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!

iscriviti alla newsletter

iscriviti