Barman, da un’avanguardia la sfida: alzare il prezzo del caffè per non svilire il prodotto

L’invito a ripensare il prezzo del caffè arriva ai barman dai barman. Baristi dallo spirito internazionale che spesso, nel proprio locale, per primi hanno voluto sperimentare tecniche nuove. Il punto è che il caffè come siamo abituati a pensarlo, forse non esiste più. La tesi sostenuta da questi barman è più o meno questa: il caffè al prezzo fisso di 1 Euro è un modo per svilire il prodotto. C’è tanta lavorazione nella filiera dietro quella tazzina di caffè. E 1 Euro è un prezzo che non rende giustizia a tutto quel lavoro.

 

Analizziamo, dunque, come è cambiato in questi anni il caffè e quale è stata l’evoluzione del suo prezzo. Abbiamo parlato del nitro coffee e di come questo nuovo caffè stia cominciando a farsi conoscere anche in Italia. A Firenze il nitro coffee nelle caffetterie che lo stanno sperimentando, si vende intorno a 3,50 Euro. A Milano il caffè espresso nella nuovissima Starbucks Reserve Roastery, costa 1,80. Nello store milanese, insieme al caffè, si gusta anche un’esperienza. E questo è quanto per giustificarne il costo. Ma altrove? Il prezzo è di 1 Euro.

 

 

 

Chi smuove un po’ le acque sono le micro torrefazioni che in questi anni sono sorte quale fenomeno nuovo nel mondo del caffè. La qualità di un caffè superiore, un prodotto particolare e ricercato, uno specialty coffee, lo offrono oggi proprio le micro torrefazioni che sorgono sempre più volentieri accanto alla caffetteria. Qui laboratori di tostatura a vista, regalano aromi e gusti particolari, grazie a tostature differenti in base ai diversi metodi di estrazione. Ci sono poi i viaggi all’estero, quelli che barman intraprendenti e curiosi fanno per conoscere gusti e varietà inedite, per ricercare materie prime più esclusive ed etiche e al tempo stesso per stringere relazioni con i produttori.

 

Il risultato poi è tutto in quella tazzina che questa avanguardia di barman dedica agli amanti del caffè ma anche a quei clienti che sì, sono i più frettolosi nel degustare, ma che alla fine hanno capito che il prezzo maggiore è sinonimo di qualità in tazza. E per questo sono disposti a pagare di più.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!