Menu d’autore e piatti da asporto a Natale. Come attrezzarsi per il servizio take away

La scelta del Menu per Natale non è il solo impegno di quest’ultima settimana di preparativi di rito. A tener banco nelle cucine di ristoranti e gastronomie gourmet, è la discussione intorno al Menu di Natale da asporto, soluzione sempre più richiesta per la Vigilia e per il pranzo di Natale e sempre più praticata dal mondo del fuori casa. Menu d’autore e piatti da asporto, impegnano in questi giorni coloro che da anni hanno scelto di offrire questo servizio a tutti i clienti che preferiscono godersi il Natale lontano dai fornelli ma nell’intimità di casa. Per loro l’unica scelta è dunque affidarsi all’interpretazione dello chef. E mentre lo chef elabora, inventa e crea, il manager studia soluzioni che siano adeguate sia in termini organizzativi che di attenzione al cliente.

 

Prima questione: entro quando prenotare

Per il Menu take away della Vigilia e del pranzo di Natale, vi consigliamo di invitare alla prenotazione entro il 22 dicembre. Solo nel caso di Menu differenziati che richiedano quindi preparazioni diverse, più o meno impegnative, potete spostare i termini fino al 24 dicembre. Ma il consiglio è di anticipare.

 

 

 

La procedura per prenotare

Rimangono validi il classico contatto telefonico, l’email o la possibilità di prenotare direttamente in negozio. Ma decisamente da non sottovalutare è il sito web (o la pagina Facebook) del locale o della gastronomia, dove far trovare una form che permetta di ordinare ciò che si desidera, o tra più piatti o tra più tipi di Menu. Basterà dare la possibilità di specificare nel campo di testo nome, cognome, email, numero di telefono e numero di porzioni e da non dimenticare, se ci sono allergie o intolleranze alimentari. Il pulsante con “Prenota ora” darà la possibilità di saldare subito l’ordinazione con Carta di Credito. Naturalmente il Menu sarà visionabile anche sul sito.

 

I costi del Menu natalizio da asporto

Tra 30 e 35 Euro a persona, è il prezzo base per un buon Menu che contempli antipasto, primo, secondo, contorno e dessert. Potrete arrivare anche a 38 Euro a persona per portate rigorosamente a base di pesce. Oppure differenziare i prezzi in base a ordinazioni di pesce su richiesta. Niente vieta di alzare i prezzi, includendo per esempio le bevande, consigliate dal sommelier del locale in abbinamento ai piatti dello chef. L’importante è specificare che il Menu sia almeno per due persone.

 

Servizio a domicilio o ritiro in negozio o nel locale?

Telefonando si può concordare la consegna, naturalmente il servizio a domicilio ha un costo aggiuntivo. Per chi preferisce passare a ritirare il Menu o i piatti al negozio o al ristorante, trovate orari giusti rispetto alla lavorazione in cucina. Ritiro, per esempio, dalle 18 alle 19.30 del 24 dicembre. Ma si può dare la possibilità di passare a ritirare anche qualche ora dopo. Per il pranzo di Natale, massima disponibilità fino all’ultimo minuto.

 

Alternative per un consumo sul posto

Se poi qualcuno volesse consumare la cena o il pranzo di Natale da asporto nel locale, nessun problema. La gastronomia gourmet può dare questa opportunità, mettendo a disposizione uno spazio adeguato. Un ulteriore servizio nel servizio da non sottovalutare. Per il Cenone del 31, la strada è tracciata.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!