Welcome drink, prima e durante il Cenone di Capodanno. Aspettando le bollicine di mezzanotte

Chiamiamoli welcome drink perché aiuteranno a rompere il ghiaccio, prima che la serata abbia inizio. E sarà una lunga serata perché se la notte di Capodanno può iniziare in qualsiasi momento della sera, è certo che si protrarrà ben oltre la mezzanotte. Non mancheranno i brindisi per il passaggio al nuovo anno con una flute di Champagne o di spumante ma l’accoglienza dei vostri clienti dovrà essere all’altezza della serata fin dal loro primo arrivo nel locale.  

 

Per non togliere niente al lavoro che avrete fatto per scegliere i cocktail di benvenuto più adatti, non tralasciate l’idea di offrire alcuni di questi drink anche a tutto pasto. Per esempio i drink a base di champagne o spumante metodo classico, saranno perfetti se la cena ha un menu di pesce.

 

Partiamo dal cocktail più solare in assoluto, molto adatto per dare il benvenuto: il Mimosa. Ma se, solarità a parte, il Mimosa vi sembrerà troppo scontato puntate al French 75, un concentrato di freschezza che come il Mimosa è molto adatto come aperitivo. Verso la mezzanotte prima delle bollicine, prepariamo l’atmosfera con il più noir tra i cocktail: il misticheggiante Kir Royal.

 

Questo drink, oltre che ideale come aperitivo, può essere bevuto anche a tutto pasto, durante la cena. Per Mimosa, French 75 e Kir Royal a fare da accompagnamento è il principe dei vini, lo Champagne. E a chi non beve alcolici, servite un moijto al melograno, il noto cocktail di origine cubana ma in versione natalizia, perfetto anche per il dopo cena. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mimosa

  • 7,5 cl di spremuta di arancia
  • 7,5 cl di champagne

 

Al posto dello champagne può essere utilizzato anche un Franciacorta o uno spumante italiano ma che sia di carattere, capace, cioè, di reggere il confronto con l’arancia. Filtrate il succo dell’arancia in un bicchiere da champagne e aggiungete lo champagne (o lo spumante). Mescolate e guarnite con una scorzetta di arancia.  Preparatelo per tempo così che gli ingredienti trovino il giusto equilibrio e per le grandi quantità organizzatevi con le caraffe.

 

French 75

  • 3 cl di gin
  • 1,5 cl di succo fresco di limone
  • 1 cucchiaino di zucchero finissimo
  • 6 cl di Champagne
  • Ghiaccio tritato

 

Riempite a metà un calice di ghiaccio, aggiungete il gin, il succo di limone, lo zucchero e mescolate. Infine lo Champagne e una fettina di limone o di arancia come decorazione. Oggi un po’ caduto in disuso come presentazione, il ricamo del bordo del bicchiere con cristalli di zucchero, sale o spezie, potrebbe essere riproposto in versione Capodanno. Per il French 75 è consigliato: bagnate il bordo del bicchiere con il succo del limone e passatelo sull’ingrediente che volete incorporare.

 

Kir Royal

  • 1 cl di creme de cassis
  • 9 cl di Champagne

 

La creme de cassis è una specialità francese della Borgogna, un liquore dolce ricavato dal ribes nero. In una flute o in un calice versate la crema e aggiungete lo champagne. Il Kir Royal diventa solo Kir nella versione vino bianco secco al posto dello Champagne.

Sia per il Mimosa che per il Kir Royal lo Champagne deve essere ben freddo, non dimenticate di mettere per tempo la bottiglia in frigorifero. Stesso discorso se utilizzate lo spumante o il vino bianco. 

 

Moijto al melograno 

(analcolico)

  • 100 ml di acqua tonica
  • 50 ml di succo di melograno
  • 1 lime
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • 4 o 5 foglie di menta
  • Ghiaccio tritato

 

In un bicchiere da cocktail unite allo zucchero il lime tagliato a fettine, poi schiacciatelo. Aggiungete le foglie di menta e pestatele leggermente. Aggiungete il ghiaccio tritato fino al bordo. Versate l’acqua tonica, il succo di melograno e un poco di succo di lime rimasto. Mescolate e guarnite con qualche chicco di melograno.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!