RISO BUONO: ottima tenuta di cottura, grandi qualità organolettiche e nutrizionali

Il Carnaroli Gran Riserva e l’Artemide di Riso Buono vengono prodotti come tradizione comanda nella tenuta di Casalbeltrame di proprietà della famiglia Luigi Guidarono Cavalchini.

 

Il Riso Carnaroli Gran Riserva viene attentamente selezionato, pilato a pietra e fatto invecchiare un anno da grezzo. Questo procedimento - detto “Agin” - era già conosciuto e praticato fin dall’antichità da molte popolazioni per valorizzarne le qualità organolettiche. Dopo l'essiccazione il riso non ha ancora acquisito tutte le caratteristiche di massima qualità, questo avviene in seguito a un corretto invecchiamento, procedimento che aumenta notevolmente il volume originale creando una minore dispersione di amido e minerali nella cottura.

Il risultato? I chicchi del Carnaroli Gran Riserva Riso Buono non scuociono e non si attaccano.

 

Il Riso Artemide deriva dall'incrocio tra il Riso Venere (a granello medio e pericarpo nero) e un riso di tipo Indica (a granello lungo e stretto, e pericarpo bianco). È un riso integrale, aromatico, di colore nero. Ha un aroma intenso e gradevole, e una bella forma allungata del chicco. Data la sua stretta parentela con il riso Venere contiene molto ferro e silicio, quest'ultimo molto importante per le sue qualità antiossidanti.

Il Riso Artemide è ottimo cucinato con i formaggi, con il pesce, con le verdure e i funghi.

 

Tratto dal Professional n°1/2017

iscriviti alla newsletter

iscriviti